Legge Bilancio, Mattioli: «No a percettori di Rdc come lavoratori socialmente utili. Incentiviamo impiego nei Servizi»

Ottobre 29, 2021

«L’ultima legge di bilancio contiene importanti interventi per imprese e lavoratori liberando risorse tese a rafforzare l’economia nel suo complesso.  Inoltre, come imprese dei Servizi, ravvediamo nella evoluzione del reddito di cittadinanza una opportunità per creare una solida alternativa alle attuali politiche di sostegno al reddito, trasformandole in reali politiche attive. Come aziende che prestano la propria opera per il funzionamento del Paese in molteplici segmenti – sia pubblici, sia privati – pensiamo di poter accogliere in maniera adeguata e funzionale alla ripartenza migliaia di nuovi addetti espulsi da altri settori produttivi che, non trovando adeguata alternativa, andrebbero a pesare sulle casse pubbliche diventando percettori del reddito di cittadinanza oltre che impiegati di pubblica utilità a titolo gratuito.  La nuova legge, infatti, stabilisce come ‘ i Comuni sono tenuti ad impiegare almeno un terzo dei percettori di RdC residenti. Lo svolgimento di tali attività da parte dei percettori di RdC è a titolo gratuito’. Pensiamo che questo approccio debba essere rivisto. Le imprese del nostro comparto assicurano stabilità occupazionale garantendo servizi ad alta professionalizzazione, guardando soprattutto a donne e giovani. Siamo pronti al confronto con il Governo per una strategia che possa rendere attrattivo il mondo dei Servizi e meno ‘conveniente’ la percezione di un sostegno pubblico da parte dei cittadini meno abbienti, un reddito che andrebbe visto come un aiuto temporaneo, e non come uno status immutabile». 

Lo dichiara Lorenzo Mattioli, presidente di Confindustria Servizi HCFS, federazione confindustriale che raccoglie le associazioni di imprese del facility, pulizie e sanificazione, lavanderie industriali e dispositivi di protezione individuale e ristorazione collettiva.

Roma, 29 ottobre 2021

Articoli Recenti

FEDERAZIONE
ANIR

Codice Appalti

“Il Nuovo Codice degli Appalti è arrivato il 5 gennaio 2023 in Parlamento; alla Camera dei Deputati è stato assegnato per il parere alla Commissione Ambiente, Territorio e Lavori Pubblici e poi per prassi anche alla Commissione Bilancio e Tesoro e alla Commissione Politiche dell’Unione Europea mentre al Senato è stato assegnato alla Commissione Ambiente, […]

Leggi tutto

ANIP

Mattioli (Anip Confindustria) nuovo presidente dell’associazione d’imprese europea EFCI

Nomine, Mattioli (Anip Confindustria) nuovo presidente dell’associazione d’imprese europea EFCI Lorenzo Mattioli, presidente di ANIP Confindustria e della federazione Confindustria Servizi Hcfs, guiderà per il prossimo biennio la Efci (European cleaning and facility services industry), l’associazione europea con sede a Bruxelles che riunisce le imprese del cleaning e del facility. Un riconoscimento per Mattioli che […]

Leggi tutto

ASSOSISTEMA

Prezzi di riferimento ANAC lavanolo sanitario – Aggiornamento trimestrale GENNAIO 2023 – prot. n. 22/23

Il contenuto selezionato è consultabile solo dagli utenti registrati. Effettuare il Login utilizzando il form nella barra laterale destra, e successivamente cliccare QUI.

Leggi tutto

ANID

Certificazione A.N.I.D. in scadenza o già scaduta? Il piano formativo 2023 è la soluzione

L’Associazione Nazionale delle Imprese di Disinfestazione consente ai possessori di certificazione delle competenze in scadenza o già scaduta, rilasciata da A.N.I.D., di adeguarsi attraverso il nuovo piano formativo 2023 da 88h. CONSULTA IL PIANO FORMATIVO 2023 - 88H. Allineamento alle 88h.: Coloro in possesso del certificato A.N.I.D. di 40h, 60h o 80h potranno, se lo ritengono opportuno, [...]

Leggi tutto

UNIFERR

MEDIA